Cosa Facciamo

L’Associazione Efraim svolge – nell’area dei Quartieri Spagnoli di Napoli- la sua attività nel settore dell’assistenza socio-assistenziale e educativa con prestazioni non occasionali di volontariato nei confronti dei minori e delle famiglie a rischio di devianza ed esclusione sociale.

Le attività si svolgono ogni anno da metà settembre a giugno, in parallelo all’anno scolastico e con un prolungamento estivo.

Sono attualmente in corso i seguenti progetti:

  1. La Casa di Totò – aperta dal lunedì al venerdì dalle 13.00 alle 19.30 circa – che realizza accoglienza semiresidenziale per un gruppo di 8/10 minori in particolari situazioni di disagio individuate direttamente dall’associazione o segnalate dalla scuola o dagli assistenti sociali o dal territorio. Nella Casa (chiamata casa Efraim) bambini e ragazzi dai 5 anni in su trovano uno spazio in cui fare esperienza di relazioni significative sane e sananti con adulti e coetanei. Questa linea di intervento si basa sulla definizione di una “alleanza educativa” con le famiglie dei bambini, che instaurano con l’Associazione un rapporto di fiducia impegnandosi a collaborare con i volontari e assicurando la frequenza assidua sia della scuola la mattina che della Casa Efraim nel pomeriggio, nel rispetto di obiettivi e regole concordate. E’ semiresidenziale con possibilità di pranzo o cena e accoglie i minori dal termine dell’orario scolastico fino a sera prendendo in carico il minore e la sua famiglia in maniera pressoché totale.
  1. Il Lab-Oratorio – Centro di aggregazione giovanile in collaborazione con la Parrocchia di S. Anna di Palazzo aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 17.00 alle 20.00 – in cui si svolgono attività laboratoriali, sportive e ludiche. I Lab-Oratori rappresentano occasioni di apprendimento e spazi di espressione capaci di favorire il coinvolgimento dei minori a più livelli permettendo l’integrazione dei diversi aspetti della personalità. Musica, danza, teatro e attività manuali costituiscono infatti un potente stimolo all’espressione e comunicazione di emozioni, tanto da costituire un valido strumento terapeutico. I minori che vi partecipano – circa 70 – sono suddivisi in base alle preferenze o alle necessità di recupero.
  2. Il Doposcuola “Saltinmente” realizzato martedì, mercoledì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00 presso l’Istituto Comprensivo Baracca per un gruppo di 10/12 minori dai 6 agli 11 anni con particolari difficoltà di apprendimento, accompagnati da volontari competenti nello svolgimento dei compiti e con l’intento di dar loro almeno gli strumenti base necessari per affrontare le difficoltà scolastiche.

L’obiettivo dell’Associazione per i prossimi anni è quello di allargare il raggio d’azione, aprendosi all’intera città di Napoli per estendere i benefici riscontrati nei Quartieri Spagnoli ad altre aree a rischio. La sfida è di poter essere un’opportunità per Napoli tutta, attraverso il contributo di volontari provenienti da diverse parti della città e utilizzando spazi presenti in altre aree. Il sogno è quello che l’esperienza maturata valichi il contesto di appartenenza, coinvolgendo ragazzi provenienti da diverse zone per realizzare un ponte tra la Napoli “bene” e la Napoli “(dove si dice….tutto va) male” per permettere ad altri ragazzi di vivere La caratteristica del nostro agire: la gratuità delle nostre azioni!!!